↓ L’unione fa la forza – Treviolo
2021

Tecnica →
Spray acrilico

“L’unione fa la forza” è un’opera realizzata a Treviolo (BG) nell’ambito di un progetto di riqualificazione urbana partecipata. L’intervento rappresenta una sapiente composizione di sagome che, nella visione d’insieme, diano vita ad un nuovo significato. “Da soli possiamo fare così poco, insieme possiamo fare così tanto” (H. Keller)

↓ I Petali – Castelleone
2021

Tecnica →
Spray acrilico

I Petali è il titolo dell’intervento realizzato a Castelleone (CR) nel mese di marzo 2021. Un intervento che racconta l’importanza della partecipazione, dall’unione all’interno di una comunità. I singoli componenti traggono forza e protezione dalla cooperazione con gli altri, in un gesto bellissimo come lo sbocciare di un fiore.

↓ Adattamento – Quattordio
2021

Tecnica →
Spray acrilico

L’opera è stata realizzata nel paese che vanta il titolo di Capitale del Colore e la cui storia si intreccia in modo sorprendente con il graffiti writing e l’arte urbana. Il soggetto rappresentato, attraverso la sua grande capacità di adattamento, è in grado di cogliere tutte le sfumature e vuole rappresentare l’importanza di saper essere elastici, di sapersi adattare alle circostanze ed all’ambiente. L’intervento è stato curato da Stradedarts Urban Gallery.

↓ Out of the Comfort Zone – Milano
2020

Tecnica →
Spray acrilico

L’opera prende vita durante il mese di agosto 2019 proprio all’ingresso del parco di Villa Litta ad Affori, piccolo gioiello nascosto nel quartiere milanese, su commissione privata. Il murale, che copre per intero il primo piano dell’edificio, mostra un volto d’uomo che fronteggia il suo “alter ego” arboreo. A completare l’opera un riferimento al mondo animale (un uccello) e uno al mondo spirituale, con il simbolo Om, il più sacro mantra induista, seminascosto nel volto “vegetale”. L’uomo esce dal suo abituale modo di vivere (l’area “di conforto” del nome dell’opera) e si confronta con la propria parte naturale e spirituale. All’interno dell’opera, che si presta a più livelli d’interpretazione, si può cogliere un link a temi di attualità come il cambiamento climatico e la sostenibilità dei nostri consumi. La natura assume sembianze umane per creare immedesimazione: l’uomo tende ad affezionarsi maggiormente a ciò che sente simile a sé, e darle questo volto significa sentirla più vicina nei suoi bisogni, nei suoi dolori e nella sua dignità. Viene ripreso il concetto espresso dal “mito della caverna” di Platone secondo il quale l’uomo scambia per realtà anche quella che ne è soltanto una proiezione, utile in questo caso a rafforzare il messaggio.

↓ Grow up yoursel
2018

Tecnica →
Spray acrilico su cemento

La composizione semplice e simbolica vuole portare l’attenzione sul gesto del protagonista, ritratto nel tentativo di versare acqua sulla propria testa. Coltivarsi autonomamente richiede determinazione e tenacia, simboleggiate dalla posizione scomoda e limitata da un piccolo recipiente di vetro. Quest’opera incita a contribuire in prima persona alla propria crescita, al proprio successo senza attendere interventi e azioni esterne. Una pianta, un fiore, per natura costretti a dipendere dagli agenti atmosferici od alle cure di terzi, metaforicamente provvedono in autonomia alle proprie necessità, assicurandosi la possibilità di crescere, acquisendo la volontà ed autodeterminandosi

IMG_1741
20180204_100429

Alessandro Conti